Un video sul negozio dell’affitto del grembo materno che scuote

Un video sul negozio dell’affitto del grembo materno che scuote

Talvolta occorre uno scossone, occorrono delle immagini forti per svegliare un pubblico addormentato e assuefatto da altre immagini, e porre al centro dell’attenzione un problema umano di enorme gravità come l’affitto dell’utero materno.

L’utero in affitto è uno scandaloso commercio che coinvolge medici, avvocati e mediatori senza alcuno scrupolo. Il costo del “servizio”, per comprare ciò che per natura non si può avere, va dai 20/30 mila euro in India e Cina, 60/70 mila euro in Ucraina, fino a 100/120 mila euro in Canada e USA.

La Onlus italiana Il granello di senapa ha prodotto un filmato-denuncia sulla triste realtà dell'utero in affitto, che mostra con forza come questa pratica svilisce la bellezza della maternità e oscura la dignità della vita umana.

Una settimana dopo il suo lancio attraverso le reti sociali, l’iniziativa aveva raggiunto 450.000 persone e 47.000 visualizzazioni.

Familyandmedia ha deciso di darne pubblicità, nonostante non condividiamo tutte le scelte narrative del filmato, per dire no alla commercializzazione di una relazione intima e viscerale come quella tra madre e figli. Il grembo materno è un tempio sacro in cui si forma una nuova vita e non può essere profanato per denaro.

https://www.youtube.com/watch?v=epo0xThbJ5c