La famiglia tra tradizione e innovazione

La famiglia tra tradizione e innovazione

Il libro fa una completa e particolare analisi della famiglia nel momento attuale sotto un versante chiaro: la relazione. Si descrivono le relazioni che nascono in livelli diversi che potrebbero articolarsi intorno a tre: l’identità personale come punto di partenza per il tipo di legami che esistono tra i componenti della famiglia; i rapporti tra ogni singolo componente e altre persone del suo particolare contesto sociale; il nesso tra la famiglia e la società, con speciale attenzione a contesti sociali specifici, come il mondo lavorativo.


L’opera si sviluppa in modo reticolare, relazionale possiamo dire, perché tocca una gran quantità di temi, tutti legati tra di loro, attraverso i soggetti che formano parte della famiglia: parte dal problema sociale della crisi della famiglia e analizza quali sono gli atteggiamenti che nel far famiglia hanno potuto procurare la situazione attuale. “La famiglia —afferma Binetti— riesce a interpretare contestualmente un doppio ruolo: da un lato è qualcosa di stabile, che evoca un comune sentire di sicurezza e di affidabilità; dall’altro evidenza flessibilità e tensione verso i cambiamenti che la mantengono in dialogo costante con l’ambiente esterno” (p.18).


Tra i descrittori del cambiamento familiare, la Binetti menziona le trasformazione demografiche dei nuclei familiari (sempre più piccoli e con un aumento dell’età dei componenti e della costante denatalità), i processi di cambiamenti interno (ansie, nuove esperienze vitali, bisogno di sicurezza) e l’evoluzione del contesto professionale (allargamento dei processi di studio e formazione e ritardo nell’inserimento dei giovani nel lavoro). Questi processi hanno indebolito l’identità della famiglia e hanno sviluppato nuove necessità relazionali, non sempre arricchenti.


L’opera affronta pure la questione dell’omosessualità nel contesto di far famiglia e analizza i diversi ragionamenti che si sono sviluppati nel dibattito pubblico italiano e mondiale, facendo un riferimento al modo in cui sono stati accolti dall’opinione pubblica e i media. Pure si fa un analisi delle questioni aperte che i governi fanno fatica ad affrontare quando si parla di crisi della famiglia. Sono queste due parti le più legate alla situazione sociale e politica vissuta in Italia tra il 2007 e il 2009.


Anche se non si affrontano soluzioni particolari pratiche l’opera offre alcune vie di uscite della crisi intorno all’arricchimento di relazioni che possano ristabilire un equilibrio e serenità, un punto fermo, che possano combinare l’identità della famiglia naturale con le nuove tendenze sociali: il ruolo familiare materno e l’inserimento della donna nel mercato lavorativo, il ruolo paterno tradizionale e il suo arricchimento attraverso nuove mansioni, l’idea di famiglia come ideale e la realizzazione attiva di essa attraverso un insieme di interazioni (individuali, generazionali e di genere, relazioni filiali e genitoriali), l’autonomia del nucleo familiare e la necessità di sostegno economico da parte dello Stato…


Infine, è possibile dire che è un libro di consultazione molto utile per articolare la comunicazione delle associazioni di famiglia senza perdere di vista la complessità sociologica che emerge dal nucleo familiare e dal suo collegamento con il contesto sociale. Il libro offre idee per lo sviluppo di una antropologia familiare trasversale con frequenti riferimenti scientifici. Inoltre è fornito di una completa bibliografia per chi desidera approfondire aspetti particolari.


Il limite del lavoro è pure uno dei suoi pregi: lo sviluppo reticolare dell’analisi, la descrizione nei minimi particolari delle relazioni familiari e le loro implicazioni, fa che si tocchino tantissimi temi in diverse parti del libro, con poca possibilità di strutturazione, e in alcuni momenti il lettore potrebbe sentirsi perso nel bosco delle minuziose descrizioni.


Indice. Le cinque parti in cui si divide il libro sono: Il contesto sociale; la coppia nella prospettiva del far famiglia; dal rapporto di coppia al paradigma della genitorialità; l’omosessualità in rapporto al far famiglia e alla genitorialità; questioni aperte su famiglia e dintorni.