Family Party: la famiglia per passione! Intervista a Maurizio Verona, Presidente dell’Associazione Family Party

Family Party: la famiglia per passione! Intervista a Maurizio Verona, Presidente dell’Associazione Family Party

Abbiamo avuto il piacere di incontrare Maurizio Verona, Presidente di Family Party, una associazione italiana fondata da mamme e papà con lo scopo di diffondere la gioia del vissuto familiare.

Le famiglie numerose sono ormai una rarità e con loro va scomparendo anche quel senso di appartenenza e di ritrovo tra generazioni, che aveva marchiato per secoli la società occidentale. C’è bisogno di un recupero di queste radici e di questo antico, ma sempre attuale, sentimento di “fare famiglia”. Come nasce e come si rapporta Family Party in rapporto a questa dinamica

Family Party è un'iniziativa nata nel dicembre del 2008, da un'idea di due amici, Francesco Brunetto e il sottoscritto, che constatando la mancanza di attenzione da parte della nostra società nel creare e nel curare gli ambienti a misura di famiglia, ha intravisto solo nell’aggregazione e nelle iniziative private la possibilità di soddisfare le esigenze familiari di tipo ludico e ricreativo. Family Party nasce proprio sulla scia del ricordo delle feste delle "Grandi Famiglie" che vedevano un tempo radunarsi insieme familiari di più generazioni, spesso attorno ad un grande tavolo, per avere il piacere di ritrovarsi e di fare festa. Un quadro tipico di queste grandi adunate di famiglia erano gli adulti raccolti in lunghissime tavolate, ricche di buon cibo e intenti nel racconto di storie intriganti, mentre i più piccoli si inseguivano nei campi giocando all'aria aperta. Scene semplici ed innocenti forse, che non si vedono più, sia perchè le famiglie numerose stanno scomparendo, sia perchè aumentano le divisioni tra i familiari e perchè si è perso il gusto di radunare tutta la famiglia e fare festa insieme. Noi crediamo ancora che questi valori esistono e vogliamo farli riscoprire alle famiglie che incontriamo e fare vedere ai nostri figli quanto è bello trascorrere il tempo libero tutta la famiglia unita.

La vostra idea è molto chiara. L’associazionismo come chiave per rigenerare la famiglia, difenderla e coltivare il suo benessere. A chi si rivolge Family Party e chi sono gli associati

Ci rivolgiamo a tutte quelle persone che desiderano condividere la gioia del proprio vissuto familiare, per testimoniare quanto sia nobile ed elevata la scelta di realizzare una famiglia. Aggreghiamo le famiglie per addensare consensi e adesioni intorno al progetto di valorizzazione e promozione dell'istituto del matrimonio e della famiglia nella società. Aggreghiamo singoli individui e coppie di fidanzati, al fine di diffondere tra di essi la cultura della gioia di partecipare al progetto di realizzazione di una famiglia. Diffondiamo un nuovo modello di organizzazione della vita sociale e lavorativa, capace di elevare la qualità della vita e del lavoro, facendo leva sul desiderio di felicità che ogni essere umano esprime. Promuoviamo il benessere della famiglia e la sua capacità di accogliere, di curare e di educare.

Una associazione per essere vitale e dare prospettive ai suoi membri, deve basarsi sulla forza delle sue iniziative. Quali sono le vostre e quali i progetti futuri?

Tutti i nostri eventi sono ideati e realizzati secondo un approccio sartoriale alle esigenze di grandi e piccoli. Inoltre la nostra Associazione organizza anche eventi formativi rivolti ai genitori spontaneamente interessati a sviluppare strumenti cognitivi utili per essere davvero guide consapevoli e amorevoli dei propri figli. Organizziamo diverse tipologie di eventi che si differenziano per l'organizzazione ma che hanno come obbiettivo quello di trascorrere una giornata insieme a tutta la famiglia, piccoli e grandi, in locali o spazi all'aperto riservati solo per la nostra associazione. Tra le iniziative passate possiamo menzionare la tradizionale festa di Pasquetta il giorno dopo la Pasqua, che rappresenta il nostro Evento principale, che si svolge in un locale (agriturismo, ville, parchi, giardini, ecc), dove gustiamo un pranzo appetitoso e passiamo piacevolmente dei momenti rilassanti. La nostra formula prevede che i bambini pranzano prima degli adulti, così loro, dopo avere finito il pranzo sono liberi di potere giocare, assistiti dagli animatori, ed i genitori possono gustarsi con calma i piaceri della mensa.

Altre iniziative hanno visto la formula del pic-nic, con gite tematiche come la raccolta delle arance, o la castagnata, che hanno visto grandi e piccini impegnati nella raccolta dei buoni frutti della terra, e poi tutti insieme distesi nel prato a condividere il cibo preparato da ciascuno. Che bontà, e quanti dolci!!!

Abbiamo organizzato anche degli incontri formativi, con convegni o seminari riguardanti tematiche familiari, come il Ruolo del Padre, nell'Ottobre del 2009 con il l dottor Franco Poterzio, psichiatra, ricercatore presso la Clinica Psichiatrica dell’Università di Milano. In questo caso la formula prevede che mentre gli adulti sono riuniti in una sala conferenze, i bambini sono intrattenuti in altri locali con gli animatori. Il pranzo prevede la solita formula prima per i bambini e poi per i grandi, e dopo pranzo riprendono i lavori con il dibattito sulla tematica affrontata. Nel pomeriggio è prevista anche la merenda! Infine ricordiamo il nostro evento estivo il Summer Festival, una giornata trascorsa in una Villa o in un Agriturismo con la piscina, dove grandi e piccini si tuffano tutti insieme, per divertirsi con giochi acquatici ed acquagym.

I nostri progetti futuri sono di continuare con gli eventi che fino ad oggi ci hanno caratterizzato, e riteniamo che abbiamo maturato l’esperienza e la sensibilità giusta per interagire finalmente anche con il tessuto sociale e istituzionale: ci sentiamo pronti per imprimere il nostro stile organizzativo «a misura di famiglia» anche ad iniziative di ampio respiro socio-economico. Family Party oggi opera nei contesti sociali più importanti per sensibilizzare le imprese e la pubblica amministrazione al fine di incentivare la creazione e l'erogazione di servizi volti a rendere tutte le città “family friendly”, incoraggiando il lancio di progetti in linea con le esigenze e le aspettative delle famiglie, e per creare una piattaforma web che coinvolga i genitori e tutti coloro che desiderano unirsi alla nostra community.

Il tema della famiglia e i media è sempre più attuale. Da quello che potete osservare, sui vostri associati, ma anche dalle vostre dirette esperienze personali e di amici, che tipo di responsabilita' c'è attualmente nei genitori verso il consumo dei media da parte dei propri figli?

Dalla nostra esperienza abbiamo constatato che si sente l'esigenza di dare un freno ai propri figli sull'utilizzo dei mezzi di comunicazione a disposizione, ma spesso per i genitori questi mezzi rappresentano un modo per tenerli occupati, in particolare quando sono piccoli, perchè si incantano davanti ad un video e mangiano senza farie storie! Diciamo che purtroppo questi strumenti tecnologici sono diventati dei “comodi baby-sitter” che in molti casi ci sottraggono alle nostre responsabilità genitoriali. Anche se i genitori sanno che non è il sistema giusto, sicuramente per loro è il modo più veloce per tenere buoni i propri bambini.

Senza voler demonizzare nessuno, i genitori riescono a fare un filtro nel consumo di televisione (ma anche di internet e dei social media, per non parlare dei videogiochi) dei propri figli? E' possibile realmente una mediazione intelligente, costruttiva e condivisa tra il porre limiti rigidi e una fruizione sregolata e senza controllo?

Riuscire a fare da filtro o quantomeno una vera mediazione nel consumo dei media purtroppo è davvero difficile, anche perchè ci sono troppi strumenti a disposizione (TV, pc, Tablet, smartphone) per riuscire a controllarli tutti. Quando c'era solo il pc, si potevano inserire dei filtri. Con la televisione invece si poteva stabilire degli orari per la visione. Ma oggi invece, pur con tutta la buona volontà, non si riesce a stare dietro alla tecnologia che avanza troppo velocemente, ed i nostri figli, in particolare gli adolescenti sono molto più preparati di noi. Dalla nostra esperienza vediamo che è possibile fare capire ai nostri figli che ci si può divertire anche senza la tecnologia. Nei nostri eventi, le attività per i bambini ed i ragazzi riguardano giochi di società e di squadra, o interazione con la natura. Possiamo tranquillamente dire che essendo impegnati anche in attività di tipo sportive, si possono educare i figli a gestire i mezzi di comunicazione con parsimonia e solo all'occorrenza limitando il tempo e dedicandosi dopo le attività principali come lo studio e lo sport.