I 7 Super Errori del web

I 7 Super Errori del web

Quanti selfie ci facciamo ogni giorno? Quanti post pubblichiamo su Facebook e quante ore passiamo a chattare su WhatsApp? Il sito Generazioni connesse ha elencato i 7 errori più comuni che facciamo sulla Rete. Si tratta di cattive abitudini digitali, a cui sono stati dati con grande fantasia e ironia, dei precisi nomi e cognomi. Facciamo la loro conoscenza e scopriamo insieme in quali di questi difetti ci riconosciamo di più.

1. Chat Woman

E’ la regina della chat. Le piace passare tutta la giornata a chattare, dalla mattina appena si sveglia fino alla sera quando va a dormire, lasciando il telefono accesso sotto il suo cuscino. Come una vera e propria leonessa della tastiera, passa con estrema facilità dalla chat di Facebook a quella di WhatsApp, da Tinder a Badoo. Non curante del pericolo, attraversa le strisce pedonali senza mai staccare il suo sguardo dallo smarthone. Spesso le capita di conversare con più persone e su diverse chat contemporaneamente. Ma non è un problema. Per lei non esistono limiti e barriere spazio temporali. Il digitale ha abbattutto ogni frontiera. Ma così facendo, la nostra Chat Woman, rischia di perdersi in un modo puramente virtuale, perdendo contatto con la realtà, le persone e le emozioni vere…Familyandmedia le consiglia di leggere Come vivere felici e sereni senza smartphone e tablet: le 5 regole del digital detox.

2. Silver Selfie

“Siamo l’esercito del selfie

di chi si abbronza con l’iPhone

Ma non abbiamo più contatti

Soltanto like a un altro post”.

E’ il famoso ritornello dell’Esercito del selfie, una recente canzone italiana di grande successo. E il nostro Silver Selfie, pari si ispiri perfettamente a questo tormentone musicale. E’ il re del selfie. Vive sicuro di aver capito il vero senso della vita: scattarsi di continuo una foto con il proprio smartphone e postarla sui social, in una attesa perenne e spasmodica di like. Qualunque foto va bene: appena svegliato, oppure mentre sta mangiando un panino o sul muretto sotto casa. L’importante è postare, l’importante è esserci. Caro Silver Selfie, stai attento però. Così facendo rischi di diventare una caricatura di te stesso e di dare una immagine sbagliata e superficiale. Familyandmedia ti consiglia di leggere Buoni propositi digitali: ecco i segreti della dieta 5:2!

3. L’incredibile Url

Non c’è proprio niente da fare, è più forte di lui. Appena vede un link non riesce a controllarsi e ci va sopra. Clicca davvero su tutto, accettando, senza leggere nemmeno una riga, qualsiasi cosa. Forse è un pò ingenuo, magari anche un tantino distratto, però il nostro incredibile Url farebbe bene a riflettere sempre un momento prima di cliccare, per evitare cocenti delusioni. In Rete infatti girano tanti virus, truffe e contenuti che potrebbero turbare. Occhio poi alla privacy. Ritrovarci con i nostri dati personali e sensibili rubati è davvero un attimo. Caro incredibile Url, Familyandmedia ti consiglia di leggere Il deep web: il lato oscuro di Internet. Un viaggio oltre i confini della Rete.

4. L’uomo Taggo

Da piccolo sono cresciuto leggendo i fumetti dell’uomo Ragno. Ora invece sembri che spopoli solo lui, l’uomo Taggo. Non ne può proprio fare a meno. Il suo desiderio di taggare tutti in ogni foto e in ogni momento è davvero irrefrenabile. Il risultato? Spesso fa arrabbiare i suoi amici, che magari sono attenti più di lui alla propria privacy e non sono entusiasti di far sapere sempre a tutto il mondo dove sono e cosa fanno. Magari l’uomo Taggo prima di taggare qualcuno, dovrebbe chiedere loro il permesso. E’ la prima regola di un buon galateo digitale. Caro uomo Taggo, ti consigliamo la lettura di Mamma, niente mie foto su Facebook! Una ricerca svela l’uso di internet e dei social media in famiglia.

5. La ragazza Visibile

E’ la sorella di Silver Selfie. La vanità pare essere proprio un vizio di famiglia. Anche lei si scatta foto in continuo con il proprio smartphone e poi lo manda con un messaggio alle amiche. “E’ privatissimo, cancellalo subito” si raccomanda un po’ civettuola con le amiche, ma poi alla fine finisce sempre che il suo selfie fa il giro delle Rete e lo vedono milioni di persone. Cara ragazza Visibile, una foto spedita su WhatsApp o postata su Facebook è per sempre. Anche se poi ti penti, ormai è troppo tardi, perché potrebbe essere stata salvata e diffusa su Internet da qualcun altro. Non farti mai foto sexy. Potrebbe vederla non solo l’amica o il fidanzato a cui l’hai mandata ma molte altre persone e rovineresti così irrimediabilmente la tua reputazione. Non fare scelte affrettate e ingenue che potrebbero rovinare il tuo futuro. Familyandmedia ti consiglia la lettura di Snapchat: nuova frontiera dei social network o trappola da cui scappare?

6. Tempesta

E’ sempre la più informata del gruppo. Sa ogni cosa: orari degli appuntamenti o delle lezioni, indirizzi dei locali dove andare, le ultime dispense del corso universitario, segreti di ogni tipo. Il risultato è quello di essere in continuo bersagliata da messaggi e da richieste, con il rischio di perdere tutta la propria giornata a rispondere e a messaggiare, tralasciando cose più importanti. Cara Tempestata, stai inoltre bene attenta a non diffondere mai sulla Rete informazioni personali tue e dei tuoi amici. Potreste diventare vittime di cyberbullismo o avere sorprese spiacevoli solo perché hai pubblicato sui social il tuo numero di telefono o l’indirizzo di casa. In fondo sei buona e hai un gran cuore. Devi solo stare attenta a non dare troppa confidenza e informazioni ai tuoi amici virtuali. Anche se ti sembrano brave persone, potrebbero portarti dei seri guai. Familyandmedia ti consiglia la lettura di Come evitare che i nostri figli cadano nella trappola del Grooming.

7. Il Postatore Nero

E’ sicuramente il più dispettoso e antipatico dei nostri personaggi. Perseguita tutto e tutti, anche se le sue vittime preferite sono spesso chi è più debole e indifeso, come emigrati, donne, anziani e diversamente abili. I social sono il suo ambiente naturale per sfogarsi, prendere in giro gli altri, criticare ed arrivare perfino a offendere. E’ un urlatore professionista, sempre alla ricerca di un post dall’applauso facile, forse per compensare la sua enorme insicurezza e frustazione nella vita reale. Per un like in più farebbe pazzie. E’ consigliabile ignorarlo e non rispondere alle sue provocazioni virtuali. Caro Postatore Nero, smetti per un attimo di urlare e attaccare tutti sui social e prenditi due minuti per leggere Haters online: piccoli bulli crescono e si evolvono?

In conclusione, il web è un mondo meraviglioso, che può darci tante possibilità e occasioni di studio, apprendimento, svago e lavoro. Non lasciamo però che le nostre debolezze e mancanze caratteriali diventino seme fertile per alimentare cattive abitudini. Cerchiamo di trovare un giusto equilibrio tra vita reale e vita digitale. Impariamo a controllarci e ad essere educati e rispettosi sul web. Lo dobbiamo a noi stessi e agli altri. Buona sana navigazione a tutti!

Fonte originale: ringraziamo il sito Generazioni connesse per le immagini, i nomi e l’idea dei personaggi.