lunedì, Luglio 15 2024

Internet è un mondo tutto da scoprire. In tempi in cui è spaventoso
l’eccesso d’informazione a cui siamo esposti e in cui

molti malintenzionati si approfittano dell’ingenuità e di una mancanza
di conoscenza imperanti, è così che all’improvviso suo figlio può
imbattersi in qualche contenuto inappropriato per la sua età e per la
sua vita.

Per questo motivo diventa urgente, se non vitale, che noi genitori
prendiamo le decisioni necessarie affinché la navigazione dei nostri figli
sia il più sicura possibile, sia da un computer sia da qualsiasi tipo di
dispositivo mobile.

Internet offre molti benefici
come l’accesso limitato all’informazione, una maggiore possibilità
d’informazione, la democratizzazione delle opinioni e dei concetti, per non
parlare poi della possibilità pressoché sterminata di partecipare,
comunicare e interagire. Ciononostante, presenta altresì molti rischi: il

sexting

, il

grooming

, il

cyberbullismo

, il

pishing

, etc.,
oltre ai disturbi che derivano dall’uso del web e della tecnologia che gli
asiatici denominano «l’eroina elettronica».

Tu figlio possiede un tablet o un cellulare che funziona con la piattaforma
Android? Trascorre ore con quel dispositivo? Lei è assolutamente certo dei
siti che frequenta, dei contenuti che guarda, delle persone con cui parla?
Ebbene,

è giunto il momento di imparare a stabilire dei controlli parentali su
tali dispositivi

, che vi consentiranno di monitorare l’attività online dei vostri figli ed
evitare dei rischi senza perciò sacrificare il lor divertimento.



Kids Place

Può capitare che per la fretta di una visita improvvisa o affinché suo
figlio non le dia fastidio, consegniate loro il vostro cellulare affinché
passi il tempo e rimanga al margine della visita. Tuttavia, ciò rappresenta
un rischio dato che non può sapere in modo assolutamente certo cosa possa
fare vostro figlio con il telefono. Ricevere chiamate, cambiarne la
configurazione, fare inavvertitamente acquisti online, resettare il sistema
operativo, etc.

Ciò che fa Kid Place è creare una zona sicura affinché i
bambini interagiscano con il telefono in modo assolutamente sicuro.

Questa applicazione le consente di configurare in modo personalizzato la
schermata iniziale con le applicazioni che ritiene più consone, bloccare il
segnale per evitare chiamate in entrata e in uscita e persino di impostare
un PIN di sicurezza per entrare ed uscire
dall’applicazione.


Secure Teen Parental Control

Questa applicazione agisce come filtro per

evitare che suo figlio adolescente acceda più o meno intenzionalmente a
contenuti inadatti e pregiudizievoli per la sua età.

Oltre a una programmazione d’uso 24 ore su 24, 7 giorni su 7 per
supervisionare l’uso che suo figlio fa del dispositivo, la aiuterà anche a
localizzare geograficamente il minore e assicurarsi del fatto che non stia
correndo alcun pericolo. Il tutto in modo remoto, dal pannello di controllo
parentale.


Kids Zone

Con soli tre semplici passaggi,

Kids Zone
consente di bloccare le applicazioni non adatte ai bambini, oltre ad
altre funzionalità del telefono.

Innanzitutto bisogna creare il profilo del bambino e aggiungere le sue
applicazioni favorite, dopodiché si sceglie uno sfondo per lo schermo e
infine si imposta un PIN segreto per bloccare il dispositivo. Kids Zone blocca l’invio di chiamate e messaggi di testo, la
connessione ad internet, a meno che non si abbia aggiunto un browser alle
applicazioni selezionate.


Screen Time

Si tratta di un’applicazione molto utile dal momento in cui

permette di amministrare e non perdere d’ovchio il tempo che i suoi
figli trascorrono con i loro dispositivi.

Il tutto funziona grazie a un temporizzatore di uso che può addirittura
amministrare l’accesso ai contenuti in modo tale che ad una certa ora, di
notte ad esempio, i giochi risultino disattivati e funzionino
esclusivamente le applicazioni di lettura. Se suo figlio porta con sé il
dispositivo a scuola,

lei può programmarlo affinché giochi e reti sociali rimangano
disattivati

e lasciare attive solo le applicazioni che possono essergli utili in
classe.


Qustodio

Grazie a questa applicazione è possibile conoscere l’attività online dei suoi figli, le
pagine che visitano, il loro traffico sulle reti sociali, le persone con
cui interagiscono, bloccare l’accesso a pagine per nulla adatte e impostare
orari d’uso.

Infine una sesta, da poco lanciata, che vogliamo citare:Mspy . Chi l’ha progettata sostiene che è un’applicazione di
monitoraggio parentale molto completa e semplice da usare.

Tutti questi strumenti e le altre migliaia affini che esistono
rappresentano senza dubbio un grande aiuto, anche se non devono sostituire
l’accompagnamento e la vostra presenza affinché vostro figlio faccia un uso
sicuro, responsabile e costruttivo delle reti sociali. Bisogna insegnar
loro come usare gli strumenti offerti dal web e non limitarci all’uso di
applicazioni simili come fossero dei supervisori. I nostri figli hanno il
diritto alla loro riservatezza, anche se proprio per questo dobbiamo
insegnare loro a rispettarla, che la facciano rispettare e che gli altri la
rispettino.

Accompagnare, guidare, orientare e formare i nostri figli restano le
migliori strategie per controllarli e tutelarli.

Per gentile concessione di http://blogs.eltiempo.com/

(*) Juan Camilo Díaz B.

Profesor Instituto de la Familia – Universidad de La Sabana – Colombia

Previous

5 letture dopo l’estate

Next

SOS Ragazzi: un vadecum per sopravvivere al diktat del gender

Check Also