Archivi categoria : Educazione ai media

Prima di “postare”, pensa. Ecco le tre regole d’oro

I social network tendono a farci diventare irriflessivi ed impulsivi: il fatto che comunichiamo con qualcuno attraverso uno schermo e non “faccia a faccia” può comportare la perdita di quel pudore che, normalmente, ci trattiene dal dire apertamente tutto ciò che pensiamo quando l’interlocutore ce lo troviamo davanti in carne ed ossa. “Protetti” dal nostro…
Per saperne di più

Chiara Corbella Petrillo: una donna che ha amato senza “se”

“L’importante è che ci sia la salute”, afferma una cassiera, dopo aver chiesto il sesso del bambino alla donna incinta che sta pagando. “E se anche non ci fosse?”, risponde la ragazza. Ha un pancione che non la fa di certo passare inosservata, ma aspetta una bambina speciale. Chiara è al nono mese di gravidanza…
Per saperne di più

Tre consigli pratici per preservare la bellezza dei nostri ricordi

Scattare fotografie o girare video freneticamente può guastare - anziché catturare - la magia dei momenti che viviamo e rovinare i ricordi che andranno a imprimersi nella nostra memoria. Assecondando l’ansia di immortalare o di condividere istantaneamente un’esperienza – invece di osservare, contemplare, “assaporare” la realtà che viviamo – rischiamo, in un certo senso, di…
Per saperne di più

Gli schermi, ci uniscono o separano? Dalla Spagna uno studio sull’impatto dei media nella vita familiare

Sempre più spesso, le famiglie sono diventate ambienti multiscreen, dove vivono, almeno un televisore, uno smartphone, un tablet, un computer e una console per videogiochi. Questa realtà sta trasformando aspetti importanti della vita familiare: gli schermi contribuiscono in modo significativo a facilitare la gestione della quotidianità, ma allo stesso tempo sono diventati una fonte di…
Per saperne di più

Le 10 regole di una mamma per un uso intelligente dello smartphone

Smartphone sì o smartphone no? E' questo il quesito che molte mamme quotidianamente si pongono davanti alle richieste, sempre più insistenti dei propri ragazzi, veri e propri bambini ben al di sotto anche dei 14 anni. Diciamocela tutta. Da una parte il cellulare regala a una mamma più sicurezza e tranquillità. E’ utile ad esempio…
Per saperne di più