giovedì, Maggio 30 2024

“Se volete cambiare il mondo cominciate
con il rifarvi il letto!”

A dirlo non è stato un genitore
stufo del disordine di suo figlio e non è nemmeno la raccomandazione di una
persona maniaca del riordino; questo è il primo consiglio che un ex soldato dei
SEALS dà a dei giovani studenti universitari!

Ma facciamo un passo indietro: cosa
accomuna un ex-soldato, un gruppo di studenti universitari e 10 consigli per
cambiare il mondo?

William H. McRaven è il soldato
dei SEALS protagonista di questa storia, Ammiraglio a quattro stelle della
marina militare statunitense e attualmente rettore di quindici università del
Texas.

In occasione di un discorso tenuto
nel 2014 ai
neolaureati dell’università del Texas, ripercorre la sua carriera e la sua
vita, dando dei pratici consigli per “cambiare il mondo”, il primo dei quali è
proprio “rifarsi il letto”.

L’ammiraglio è riuscito a
cogliere in un breve discorso quelle che sono le “lezioni” che ha appreso
dall’addestramento militare, durante la sua carriera e nel corso della sua vita,
e ha deciso di condividerli con le “future generazioni”.


Il discorso, che ha totalizzato
milioni di visualizzazioni su You tube, negli anni si è tramutato in un libro
Fatti il letto – Piccole cose che
cambieranno la tua vita… e forse il mondo

(Ed. Piemme, 2018, 12 Euro) che
in breve è divenuto un best seller mondiale tradotto in 24 lingue.


Imparare a rifarsi ogni mattina il letto: per
cambiare il mondo si deve partire da noi stessi

Io odio rifarmi il letto, e ho sempre pensato
che la vita militare non facesse per me. Ho acquistato il libro spinta
solamente dalla curiosità: perché mai fare il letto ogni mattina dovrebbe aiutarmi
a cambiare il mondo?

All’Ammiraglio non interessa il livello di
ordine della mia stanza. E già dalle pagine iniziali del primo capitolo si
scorge il significato che intende far trasparire da questo piccolo gesto: per
cambiare il mondo bisogna partire dalle piccole cose, quelle che ci sembrano
banali e superflue, ma soprattutto bisogna partire da noi stessi!

Un libricino molto concreto adatto a tutti,
dai più piccoli che si approcciano al mondo per la prima volta e possono
scoprire, nelle parole e negli aneddoti della vita di McRaven, consigli
concreti per approcciarsi al futuro; ma soprattutto per i più grandi che
possono ritrovare nel suo racconto spunti di riflessione per il presente che
stanno vivendo e imparare a guardare in maniera critica e con ottimismo, il
domani che vivranno.

È una lettura introspettiva che aiuta a comprendere
sé stessi e gli altri. Chiunque alla fine del libro si riconoscerà nelle
esperienze di vita e nelle parole dell’Ammiraglio, anche se totalmente lontano
dalla vita militare e distante anche anni luce dalle regole rigide applicate in
occasione dell’addestramento militare dei SEALS.

Tutti, prima o poi, sentiamo la necessità di
ascoltare un consiglio magari da quella persona che reputiamo in qualche modo
più saggia ed affidabile della nostra stessa capacità di giudizio. In egual
modo, noi stessi ci saremo ritrovati a dispensarne qualcuno. Ciò avviene
perché, presto o tardi, ci si ritrova ad affrontare quell’ostacolo, quella
situazione, quel dubbio che sembra insormontabile; e noi, come altri,
necessitiamo di un consiglio che ci aiuti a superare questi momenti, o
semplicemente, di una motivazione che ci sproni a prendere una decisione.

Questo libro difatti è semplicemente una mano
protesa in nostro aiuto. La mano di chi ha già vissuto le sue esperienze e
vuole condividerle. È il libro di chi ha compreso che la differenza possiamo
farla tutti i giorni, partendo anche da ciò che inconsciamente etichettiamo
come “superficiale”.

Perché per cambiare il mondo, dobbiamo
partire soprattutto dalle piccole cose.

“Se
volete cambiare il mondo, cominciate con il rifarvi il letto.

Se volete cambiare il mondo, sappiate che non
potrete farcela da soli e che dovrete misurare le persone dalla grandezza del
loro cuore. Se davvero volete cambiare questo mondo, date il meglio di voi nei
momenti più bui. La vita non sarà sempre giusta, ma se volete cambiare il mondo
fate tesoro degli insuccessi, accettate le sfide, osate, tenete testa ai
prepotenti. Se volete cambiare il mondo dimostratevi all’altezza, date
speranza alle persone, ma soprattutto se volete cambiare il mondo non mollate
mai”


Guarda il video del
discorso motivazionale



di

William H. McRaven

Previous

La tv: alleata o nemica? Se il segreto è nella giusta misura

Next

Sono solo canzoni? Se attraverso l’arte si può educare… o diseducare

Check Also